Tutto di Kaspar Appenzeller

Kaspar Appenzeller (1927-1999) medico, poeta, musicista, cultore di scienze naturali, pensatore svizzero, deciso sin dall'infanzia a divenire medico, volle come sua missione l’operare alla terapia della malattia e della sofferenza umana e a tale missione si donò tutta la vita, senza risparmiarsi. Dotato d'intelletto rigoroso e d'intuizione profonda, dedicò lunghi anni allo studio disciplinato della Scienza dello Spirito e all'approfondimento dell’arte medica che da essa poteva scaturire. Alieno da ogni ambizione e da ogni apparire, visse tra le montagne dei Grigioni, a St. Moritz, donando il suo aiuto, la sua sapienza, la sua umanità a quanti lo accostavano.

Kaspar Appenzeller nacque il 13 Aprile 1927, come terzo figlio di Susanne e Hans Appenzeller-Zellweger, a Davos, in Svizzera. La difficile gravidanza di sua madre ad un certo punto fu veramente a rischio e si dovette alla sapienza e alla perizia del Prof. Löffler – il quale in seguito sarà uno dei suoi insegnanti allorché intraprenderà gli studi universitari di medicina – se malgrado tante difficoltà tale gravidanza poté essere portata facilmente a termine. Kaspar nacque dunque tra quelle montagne svizzere, ch'egli sentì sempre come suo ambiente congeniale, come sua vera patria e anche come protezione. Montagne che amerà profondamente. Sin dall'infanzia la sua salute fu cagionevole: a due anni e mezzo Kaspar venne colpito da una grave forma d'asma che lo accompagnò costantemente lungo tutta la sua vita e con la quale dovette di conseguenza fare continuamente i conti. All'età di sei anni entrò alla Rudolf Steiner Schule, ma ogni anno i gravi attacchi d'asma lo costringevano per un terzo del periodo scolastico a non frequentare le lezioni. Tuttavia, malgrado tale inconveniente, egli riuscì a seguire senza difficoltà l'iter dell'insegnamento. A parte i problemi di salute, infanzia e adolescenza si svolsero solari e felici – così egli le ricordava – con i suoi fratelli Heiner e Vreni. Ma anche a scuola egli era amato – da compagni e insegnanti – per il suo carattere gioviale e per il suo particolarissimo umorismo, che ogni volta rallegravano l'ambiente. I suoi compagni, poi, ammiravano le sue qualità artistiche, che eccellevano soprattutto nel disegnare e nel suonare il violoncello. Per tutta la vita Kaspar Appenzeller coltivò vari aspetti dell'arte e per le sue notevoli capacità avrebbe potuto diventare un artista riconosciuto ed affermato. Ma sin da piccolo sentì come sua propria missione – e volle ciò in maniera decisa – il diventare medico.

A questa sua peculiare missione di operare terapeuticamente nei confronti della malattia e della sofferenza umana egli si donò senza risparmiarsi, sacrificando qualsiasi ambizione, anche legittima, che avrebbe potuto realizzarsi in campi, sia scientifici che artistici, diversi dalla medicina. Una spinta, ed un aiuto, in tal senso Kaspar Appenzeller l'ebbe sicuramente dal suo incontro con la Scienza dello Spirito di Rudolf Steiner, ch'egli conobbe già nell'ambiente familiare, tanto più che medico della famiglia Appenzeller era il Dr. Hans Werner Zbinden, amico fedele di Marie Steiner e presidente della Rudolf Steiner-Nachlaßverwaltung, ossia di quel Lascito, fondato dalla compagna del Dottor Steiner, che per oltre sessant'anni tanto ha fatto per salvarne e diffonderne l'Opera. Fu all'epoca degli studi ginnasiali a Flims che Kaspar Appenzeller affrontò l'Opera di Rudolf Steiner (la sua prima lettura fu la conferenza: Il sangue è un succo affatto peculiare) contemporaneamente all'opera e al pensiero di Platone. Nel 1947 si iscrisse alla Facoltà di Medicina all'Università di Zurigo e appena ventenne intraprese lo studio della medicina antroposofica e dell'euritmia curativa.(..)

Il calendario dell'anima antroposofico alla luce della evoluzione dell'umanità

Kaspar Appenzeller Il capitello del Sole
30,00 €

La Genesi: alla luce dell'evoluzione embrionale umana

Kaspar Appenzeller CambiaMenti
25,00 €

La quadratura del cerchio

Kaspar Appenzeller Il capitello del Sole
12,00 €esaurito avvisami
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk