La concreta utopia di Adriano Olivetti

La concreta utopia di Adriano Olivetti

di Franco FerrarottiEdizioni Dehoniane Bologna Pagine: 104
7,50
Edizione: 2013
Dimensioni: 12 x 19 cm
7,50
Una  breve e intensa testimonanza sulle attività dell'imprenditore illuminato Adriano Olivetti (1901-1960), da parte del sociologo Franco Ferrarotti.

Uomo intimamente religioso, di padre ebreo e madre valdese, Adriano Olivetti si era convertito al cattolicesimo, leggeva con passione Emmanuel Mounier, Jacques Maritain e Simone Weil e amava costellare i suoi discorsi di citazioni evangeliche. Laureato in Chimica industriale al Politecnico di Torino, Olivetti aveva soggiornato negli Stati Uniti per studiare i metodi produttivi e la struttura organizzativa delle grandi fabbriche americane, un'esperienza che lo aveva portato a rinnovare radicalmente l'azienda paterna di Ivrea - la prima a produrre in Italia macchine per scrivere - trasformandola in una multinazionale.

Alla ricerca di un rapporto armonico tra città e campagna, fra industria e comunità - ma senza angustie municipaliste e paternalismi strapaesani - Olivetti aveva rinunciato al sistema a cottimo e aveva modificato la catena di montaggio affinché la sua fabbrica diventasse un modello di socialità e di industrializzazione senza disumanizzazione.

La comunità per Olivetti non è il chiuso “organismo” settario ma è la “nuova misura”, ovvero il punto di equilibrio, il punto di convergenza, in cui si ritrovano  e riacquistano la propria funzione la persona e lo Stato, l’efficienza amministrativa e la tensione ideologico – politica, il passato storico e l’ambiente socio-fisico. Ovvero la dimensione giusta fra il municipalismo sezionale deteriore e tendenzialmente qualunquistico e la babele della grande metropoli.

Anche la spiritualità, figlio dell’ebraismo e del cristianesimo, è presente nella storia della “concreta utopia” olivettiana. Ritorna allora in primo piano il fattore umano. Quel fattore umano che legato al lavoro gli ha consentito di creare opere e percorsi inediti.

Il lavoro dovrebbe essere - ricorda Olivetti - "una grande gioia ed è ancora per molti tormento, tormento di non averlo, tormento di fare un lavoro che non serva e non giovi a un nobile scopo. L'uomo primitivo era nudo sulla terra, tra i sassi, le foreste e gli acquitrini, senza utensili, senza macchine. Il lavoro solo ha trasformato il mondo e siamo alla vigilia di una trasformazione definitiva " poiché "finalmente per la prima volta nella storia della tecnica, i mezzi materiali a disposizione dell'uomo, quell'energia che l'uomo riscattava dal lavoro [...] ci è data con una forza inaspettata, inesauribile. Per liberare forse l'uomo dalla sua condanna".

Qui irrompe la dimensione "spirituale" che ogni lavoro porta con sé. Da qui si entra nel lungo cammino della liberazione umana.




Libri e informazioni su Franco Ferrarotti

Potrebbero interessarti anche:

Liane Collot D'Herbois - La sua via e il suo lavoro (lingua: inglese e tedesco)

Liane Collot D'Herbois - La sua via e il suo lavoro (lingua: inglese e tedesco)

Peter Selg Raffael-Verlag - Pagine: 321
80,00€
Rudolf Steiner, viaggiatore tra mondi

Rudolf Steiner, viaggiatore tra mondi

Mauro Vaccani Editrice Antroposofica - Pagine: 304
20,00€
Ali di cigno di Judith Von Halle - Un'autobiografia spirituale, infanzia e giovinezza

Ali di cigno di Judith Von Halle - Un'autobiografia spirituale, infanzia e giovinezza

Judith von Halle CambiaMenti - Pagine: 444
26,00€
Corrispondenze e documenti 1901-1925 - volume primo

Corrispondenze e documenti 1901-1925 - volume primo

Rudolf Steiner, Marie Steiner von Sivers Editrice Antroposofica - Pagine: 288
32,00€
Erna Van Deventer – Una biografia

Erna Van Deventer – Una biografia

Sigrid Gerbaldo Edizioni Arcobaleno - Pagine: 320
18,00€
Louisa May Alcott. Una biografia di gruppo

Louisa May Alcott. Una biografia di gruppo

Martha Saxton Jo March - Pagine: 376
19,00€
Ad Auschwitz non si smetteva mai di tremare

Ad Auschwitz non si smetteva mai di tremare

Novalis - Pagine: 70
8,00€
Le valorose ragazze di Lesa. Storie di donne del Novecento

Le valorose ragazze di Lesa. Storie di donne del Novecento

Inter linea - Pagine: 152
15,00€
Ricordi di una vita con Rudolf Steiner

Ricordi di una vita con Rudolf Steiner

Anna Samweber Agri.Bio.Piemonte Onlus - Pagine: 110
15,00€
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk