Articoli

Prepararsi al futuro - Alimentazione per bambini - Alimentazione per anziani

di: Autori vari

pubblicato da: Autori vari

Corso di alimentazione: Prepararsi al futuro. Alimentazione per bambini - Alimentazione per anziani tenutosi il 9 – 11 marzo 2012 presso le Cascine Orsine, Zelata di Bereguardo (Pv) Presto online le conferenze audio scaricabili. La cornice splendida delle cascine Orsine, la primavera in arrivo con le sue forze vitali, l’ospitalità sempre sacra della signora Crespi e di suo figlio Aldo, le cuoche (l’ Esterina e la Tina venuta dalla Sardegna, Ivana) maternali, tanti relatori appassionati e appassionanti, una sessantina di partecipanti provenienti da ogni dove con cuore e mente pronti a ricevere e a dare. Si è parlato del bambino e dell’anziano da ogni punto di vista, alimentazione, educazione, rapporti generazionali, le esperienze di vita trascorsa come insegnamento, le aspettative per il futuro che necessitano un’assunzione di responsabilità oggi. Ma non solo questo. I partecipanti hanno potuto fare anche pratica in cucina, portati per mano da Isa Marturini e dalle sue “aiutanti” Graziella Marino e Renata Babini, che hanno saputo condire l’arte della cucina con il calore della passione e il buon senso della massaia. Gusti di un tempo ritrovati, sapori nuovi scoperti. Tutte interessantissimi gli interventi dei relatori. La dott.ssa Laura Tedde, neuropsichiatra infantile ad orientamento antroposofico, ha trattato temi quanto mai attuali, come sta cambiando la prima stagione della vita e la relazione tra nonni e nipoti. Il dott. Elio D’Annunzio, medico e direttore sanitario della Casa di Salute Raphael di Roncegno, ci ha parlato di come recuperare la dignità e la saggezza del vecchio che la società dei consumi colpevolmente ignora. Il dott. Francesco Garonzi, dermatologo, ha interessato l’uditorio chiarendo come la pelle sia lo specchio dell’anima e ha dato tanti preziosi consigli su come gestire la dermatite atopica, la patologia cutanea che oggi affligge tanti bambini, e la secchezza della pelle in tarda età. Il dottor Sergio M. Francardo, medico antroposofo, ha dato preziosi consigli sull’alimentazione della mamma e del bambino e su come evitare gli errori dietetici che portano all’insorgenza dell’obesità infantile. Il dottor Giovanni Legittimo della Demeter ha chiarito il significato del marchio Demeter che garantisce la qualità degli alimenti biodinamici. Il prof. Franco Berrino, noto epidemiologo dell’Istituto Nazionale Tumori, ha informato degli studi più recenti riguardanti la relazione tra alimentazione e insorgenza del cancro ed ha dato consigli dietetici per la prevenzione. Il prof. Matteo Giannattasio, docente del corso “Qualità degli alimenti e salute del consumatore” all’Università di Padova, ha parlato della qualità nutrizionale di due alimenti fondamentali, il grano e il latte, e di come essa, a causa delle cattive pratiche di produzione, sia scaduta al punto tale che questi alimenti sono diventati nocivi. Heike Cantori di Lugano con i suoi movimenti euritmici ha saputo dare forma e armonia a tutto il gruppo dei partecipanti. Un fuori programma richiesto con forza dai partecipanti è stato l’intervento di Pina Fioretto, esperta fornaia in Roma, che ha dato consigli su come farsi in casa del pane fragrante e salutare con la pasta madre. “Siete arrivati qui venerdì come verdi mele acerbe, poi siete maturati col calore dell’entusiasmo e della passione, oggi , al termine del corso siete luminosi e pronti come frutta matura per dare semi fertili”. Così ha chiuso il convegno il prof. Giannattasio che, insieme a Kitty Bolognesi, giornalista e agricoltrice biodinamica, ha curato il programma. Sara Sponchiato segretaria dell’Associazione biodinamica e Valentina Pantalena della Segreteria Mozzoni Crespi hanno collaborato all’organizzazione. Il corso è stato reso possibile grazie al contributo di: Valore Alimentare, EcorNaturaSì, AlNaturale, Amici Cascine Orsine, Fondazione Uriele di Lugano, che l’Associazione Biodinamica e gli organizzatori ringraziano sentitamente.

Vedi le foto dell'evento

 

LE FILASTROCCHE Nelle ore di euritmia condotte da Heike Cantori Filastrocche euritmiche "Anapesto" Al mattino presto presto Quando appena spunta il dì Le ochette fanno il bagno Dentro l’acqua dello stagno Prima lavano i piedini La testina e le alette Poi facendo qua qua qua O che gran felicità Una sembra che vuol tuffarsi L’altra finge di soffocare L’altra ancora più birichina Fa ciao ciao con la zampina. "Sali, sali la scaletta" Sali, sali la scaletta E poi scendi giù in fretta Guarda a destra E poi a manca E poi siedi sulla panca Passa il lupo ohimè mi Meglio andarsene via di qui. "Cocco, cocco, coccodè" Nel cestello l’uovo c’è Se lo vede la massaia Lo raccoglie tutta gaia Nel grembiule ben lavato Per portarlo al mercato O per fare la covata O per fare la frittata Ma lo sbircia il più piccino E lo cuoce al tegamino. "Al mattino presto presto" Mignolino si alza lesto E ancora in pigiama Anulare già lo chiama Mediolino si alza su Che dormire non vuol più Dai svegliamo Pollicino Russa ancora nel suo lettino Dai svegliam quel gran pigrone Che da sempre è un dormiglione Ora i quattro fan riunione Per trovar la soluzione Il rimedio è presto detto È buttarlo giù dal letto Issa, issa dai spingiamo Ecco, adesso su andiamo “Ma che state combinando?” Dice Polli sbadigliando “Buon mattino Pollicino” dice ognuno con l’inchino! di Francesco Cantori
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk