1 dicembre 2004 ore 17.30 - Bologna
presso Palazzo del Comune di Bologna - Biblioteca Sala Borsa - Piazza Nettuno, 3

PORTHOS EDIZIONI
presenta

Nicolas Joly
Il vino tra cielo e terra
nuova edizione riveduta e aggiornata


Intervengono:
Nicolas Joly, autore
Sandro Sangiorgi, curatore
Samuel Cogliati, curatore
Ivan Novelli, ambientalista

http://www.porthos.it/joly_a_bologna/invito.htm


Non si è mai bevuto così bene come oggi. E’ una probabile verità, ma anche una sola faccia della medaglia. Dall’altro lato stanno l’omologazione del gusto, il dilagare delle biotecnologie, lo smarrimento del rapporto fra l’uomo e l’ambiente in cui vive, l’appiattimento e il depauperamento del territorio, ridotto a parola chiave del marketing, ormai vuota di significato. Il vino, trattato alla stregua di un qualsiasi altro oggetto, è sempre più vittima del mercato, spogliato del suo bagaglio culturale, storico e edonistico.

Nicolas Joly è il produttore della Coulée de Serrant e il riconosciuto porta-parola mondiale della biodinamica in viticultura: una risposta possibile ed efficace, anche se non l’unica immaginabile, alla crisi del vino. La pratica della biodinamica è volta alla rigenerazione e alla valorizzazione del terroir, con un duplice significato: rispetto dell’ambiente e qualificazione del vino. Ecologia e qualità, dunque, unite in un atto d’amore per se stessi e per il contesto nel quale si vive, forti di una scelta di vita profondamente etica.

Porthos Edizioni, da anni impegnata nella difesa e nell’educazione del consumatore e nella valorizzazione della cultura del vino, ha tradotto e curato l’opera principale di Nicolas Joly: Il vino tra cielo e t erra. Dopo il notevole successo della prima edizione, la scelta di rivederla e aggiornarla ha portato al volume che Porthos Edizioni è orgogliosa di presentare.

PROGRAMMA
Sala Borsa, Piazza coperta – ore 17,30:
Presentazione del libro Il vino tra cielo e terra, Porthos Edizioni, alla presenza dell’autore, Nicolas Joly, e dei curatori, Sandro Sangiorgi e Samuel Cogliati.

Sala Borsa, Piazza coperta – a seguire:
Aperitivo con l’autore e il suo vino. In degustazione il Savennières 2003.

Cantina Bentivoglio, via Mascarella, 4/b – ore 20,30:
Degustazione guidata da Nicolas Joly e Sandro Sangiorgi dei vini della Maison Coulée de
Serrant accompagnata da tre piatti preparati dallo chef Marcello Leoni del ristorante “Il Sole
di Trebbo”.
In degustazione:
Savennières Coulée de Serrant 2002
Savennières Coulée de Serrant 2001
Savennières Coulée de Serrant 1995
Savennières Coulée de Serrant 1995 moelleux
Un vino da meditazione a sorpresa

Per informazioni e prenotazioni:
Porthos Edizioni tel. 0653274350 mail:porthos@porthos.it sito: www.porthos.it

Nicolas Joly e la Coulée de Serrant
Nicolas Joly da oltre vent’anni si occupa in prima persona della Coulée de Serrant, una tenuta di sette ettari nella zona di Savennières, sulla riva destra della Loira. Dopo aver lavorato nella finanza fra Stati Uniti e Gran Bretagna, Joly lascia rapidamente quel mondo per “tornare alle radici”. Alla fine degli anni Settanta riprende in mano la proprietà di famiglia. Molto presto s’imbatte nell’opera di Ruldof Steiner e abbandona la viticoltura con prodotti fitosanitari.
L’idea di applicare la biodinamica si fa strada rapidamente: nel 1984 l’insieme del vigneto è convertito. Nel corso degli anni Ottanta, Joly diventa un porta-parola e un fautore riconosciuto della biodinamica in viticoltura. Prende quindi il via la sua attività di conferenziere, che lo porterà ai quattro angoli del pianeta. Oggi è uno dei relatori più richiesti al mondo in questo settore.
Il clos ha diritto a una propria denominazione – Savennières-Coulée de Serrant –, monopolio della Maison Joly. Un altro cru, La Roche aux Moines, appartiene in parte alla famiglia. La Maison Joly coltiva anche qualche ettaro in denominazione Savennières.
La storia della Coulée è pluricentenaria. Il vigneto fu piantato dai monaci cistercensi nel XII secolo; essi ne avevano già riconosciuto la natura di luogo magico. Alla Coulée si sono susseguiti rilevanti episodi della Storia di Francia. Il monastero, tutt’ora in piedi, è adibito in parte a cantina.

Porthos Edizioni
Nasce alla fine del 1999 dall’idea di un gruppo di persone guidate da Sandro Sangiorgi, che già da vent’anni si occupava a livello professionale (Associazione Italiana Sommeliers, Arcigola e Slow Food) di vino e gastronomia.
E’ oggi un progetto multiforme: “Porthos”, una rivista indipendente per il consumatore, che tratta di vino, cibo e cultura; “Porthos Racconta...”, un progetto didattico che comprende corsi di degustazione a tutti i livelli in tutta Italia; “Porthos Edizioni”, una casa editrice; il sito www.porthos.it; l’ideazione di eventi incentrati sul vino.
Porthos parla dell’uomo che consacra le proprie idee a una rituale complicità con il territorio, è una palestra per le idee, che ha nell’indipendenza economica e culturale le sue basi fondamentali e per questo non accetta inserzioni pubblicitarie di produttori e distributori di vino e non presta loro consulenze di alcun genere, perché solo l'indipendenza garantisce la libertà di valutare senza condizionamenti.

“Il vino tra cielo e terra”
L’incontro tra Nicolas Joly e Porthos è scritto nel destino.
Joly è soggetto a pressioni dal mondo della biodinamica, che vuole un’opera che riunisca il sapere che egli trasmette durante le sue conferenze. Nel 1997 esce per le edizioni Sang de la Terre, Parigi, Le vin du ciel à la terre. La viticulture en biodynamie.
Joly è il protagonista dell’intervista al produttore sul numero 10 di Porthos dell’estate 2002: l’incontro personale è folgorante. Nel gennaio 2003 esce l’edizione italiana del libro, curata e tradotta da Porthos Edizioni. Il vino tra cielo e terra è presentato a Milano e a Roma dall’autore e dai curatori, alla presenza di un folto pubblico di esperti e di appassionati. Nel pieno rispetto della natura in progress dell’opera, Porthos Edizioni ne pubblica oggi una nuova edizione riveduta, ampliata e aggiornata.
Il vino tra cielo e terra è un libro che coglie questa nobile bevanda come il cardine attorno al quale ruotano la consapevolezza della propria Storia, del proprio ambiente di vita, della qualità dell’esistenza.

L'Agricoltura Biodinamica
Libri, pubblicazioni e articoli
Sedi regionali
Aziende Agricole e Link
Corsi e appuntamenti
Novità
Il Forum

Home page
Scrivici